Sgravi fiscali in arrivo per chi assiste i propri congiunti

In Svizzera ogni anno almeno 140 mila persone in età lavorativa curano e assistono regolarmente i propri congiunti. Tra questi si contano oltre 800 bambini vittime di incidenti o gravemente malati.

Il Consiglio federale intende migliorare la situazione di coloro che assistono e curano i propri congiunti, in modo che possano impegnarsi senza sovraccaricarsi o trovarsi in difficoltà economiche.

A questo proposito nella sua seduta di oggi, il Consiglio ha incaricato il Dipartimento federale dell’interno di elaborare un progetto d’intesa con il Dipartimento federale di giustizia e polizia e il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca.

L’obiettivo è quello di sgravare le persone che assistono e curano i propri congiunti e che sono spesso costretti ad assentarsi dal lavoro.

“Chi deve curare un congiunto malato – spiega il Consiglio federale in un suo comunicato – deve potersi assentare per brevi periodi dal lavoro. Per i genitori di bambini gravemente malati, inoltre, dovrà essere introdotto un congedo di assistenza di durata più lunga. Il datore di lavoro dovrà poi continuare a corrispondere il salario per la durata del congedo. Sarà elaborata anche una norma che preveda una compensazione della perdita di salario come per la maternità”.

Oltre alle misure previste per legge dovranno essere anche sviluppate offerte di sgravio, come per esempio il sostegno fornito da volontari a chi cura i propri congiunti o posti letto messi a disposizione per le vacanze nelle case di cura e in quelle per anziani.

Le misure fanno parte del «Piano d’azione per il sostegno e lo sgravio delle persone che assistono i propri congiunti» e delle priorità di politica sanitaria «Sanità2020» del Consiglio federale.

swissnews24.ch

Immagine di repertorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *