Verso la rimozione dei corsi obbligatori per i proprietari dei cani

Con 22 voti a favore, 18 contrari e 2 astensioni, il Consiglio degli Stati ha approvato oggi la mozione di Ruedi Noser del Partito liberale radicale. Noser chiede la rimozione di quest’obbligo per i proprietari dei cani.

La formazione obbligatoria per ottenere un certificato di idoneità per i proprietari di cani era stata introdotta nel 2008. Secondo Noser “i certificati sono stati introdotti sull’onda dell’emotività dopo diversi attacchi da parte di cani. Questa linea d’azione si è rivelata costosa oltre a comportare troppe procedure amministrative. Abbiamo problemi ben più grandi da risolvere – ha aggiunto – piuttosto che punire i pensionati che non seguono i corsi o costringere una famiglia che emigra in Svizzera a seguirli”. Secondo il parlamentare inoltre “ non è possibile attribuire alla formazione la riduzione del numero di incidenti o il miglior comportamento dei proprietari”.

Per il Governo non è così.

“È evidente che se un cane è ben educato, si ridurranno le possibilità che morda qualcuno”, ha detto il consigliere federale Alain Berset. Sicuramente sono necessari dei miglioramenti. I requisiti, per esempio, che si applicano per dare il via libera alla possibilità di avere un secondo cane sono troppo rigidi. Sono in fase di studio delle nuove regole. Una procedura di consultazione sarà intavolata durante l’estate”.

Prima che l’obbligo venga fatto cadere, bisognerà attenderà il parere dell’altra Camera del Parlamento.

swissnews24.ch

Foto di repertorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *